L’utilizzo della bilancia durante un percorso dimagrante

0
34
bilancia pesapersone in plastica

Dimagrire è un obiettivo importante da raggiungere, per molte persone; per questo motivo, perché sia possibile raggiungerlo con successo, deve essere misurabile, in modo da tenere sotto controllo i progressi che, di volta in volta, vengono realizzati. Le bilance attualmente sul mercato sono dotate di tecnologia intelligente, per cui possono essere impostate in modo tale che, quando ci pesiamo, possiamo avere diverse informazioni, oltre al peso inteso nel modo tradizionale.

La bilancia è importante, ma no alla dieta fai da te!

Mi spiego meglio. La bilancia pesapersone migliore è quella che ci fornisce informazioni sul peso che abbiamo perso; inoltre, le bilance di ultima generazione, sono in grado di fornire informazioni circa la percentuale di grasso e sulla massa ossea e quella muscolare, distinguendo la percentuale di grasso sulle braccia, le gambe o il tronco; questa è una distinzione importante, ai fini di un dimagrimento che sia salutare e non dannoso, per il nostro organismo; tuttavia, se è vero che la bilancia è molto importante, durante una dieta, è anche vero che, da sola, non basta; per dare la giusta interpretazione ai dati che ci indica, dobbiamo sempre richiedere un parere competente, per l’interpretazione dei dati forniti e per avere delle precise indicazioni. Inoltre, perché un percorso per dimagrire abbia successo, bisogna procedere a piccoli passi, senza fretta.

Pesarsi non più di una volta a settimana

Durante un percorso dimagrante, è importante annotare i progressi che, di volta in volta, soso stati raggiunti; il tempo che deve intercorrere tra una misurazione e l’altra è di circa una settimana, per poter valutare il risultato in modo corretto. Un risultato positivo, rinforza la convinzione di proseguire con impegno la dieta, nella settimana successiva, con un risvolto favorevole sul morale di chi sta sopportando dei sacrifici per raggiungere lo scopo prefissato.

Nei primi giorni di una dieta, il peso scende con una certa facilità; per questo motivo è bene pesarsi frequentemente, in modo da sentirsi stimolati, da un punto di vista della motivazione. Nella fase successiva, in cui la perdita di peso è un po’ più lenta, bisogna continuare a pesarsi con regolarità, per non perdere di vista l’obiettivo e mantenere l’abitudine a controllare il peso. In questa fase, è già consolidato un regime alimentare corretto e anche il cambiamento nello stile di vita.

Quindi, anche se i progressi sono meno evidenti, la stabilità della situazione incoraggia a proseguire nel percorso intrapreso. La bilancia è un supporto importante, durante la dieta dimagrante, in quanto fornisce un’indicazione chiara e definita; ma non bisogna pesarsi troppo frequentemente, per non rischiare di perdere la motivazione, nel momento in cui il tempo intercorso tra una misurazione e l’altra non sia abbastanza da mostrare un risultato significativo.

Consigli per ottimizzare il risultato

Oltre ad un’attività fisica regolare, eventualmente anche con l’aiuto di un personal trainer, è utile tenere un diario su cui annotare sia il peso rilevato una volta a settima sia il tipo e la quantità di cibi che si mangiano durante il giorno; in questo modo, confrontando i risultati, settimana dopo settimana, sarà possibile definire la dieta giusta per se stessi, evitando di utilizzare quella di altre persone; infatti, la dieta è estremamente personale e non funziona mai nello stesso modo per due persone differenti.

Il confronto, tra il peso raggiunto in chilogrammi e il tipo di cibi assunti, darà un’indicazione di ciò che fa dimagrire o ingrassare; infatti, al di là delle regole di base, come l’esclusione di alimenti troppo calorici e ricchi di zuccheri e di grassi, ciascuno ha un proprio metabolismo e, di conseguenza, il risultato è diverso, anche avendo mangiato gli stessi alimenti.

Pesarsi correttamente

Affinché la misurazione del peso sia corretta, bisogna tendere ad utilizzare sempre la stessa bilancia; infatti, tra la bilancia del nutrizionista, oppure quella del centro fitness, e la nostra bilancia di casa, ci sarà sempre un minimo di differenza, in quanto ciascun modello ha una sua tolleranza, in eccesso o in difetto.

Posizionare la bilancia su un piano perfettamente orizzontale, possibilmente antiscivolo (non su un tappeto), eviterà di ottenere un risultato falsato da un’eventuale pendenza. Bisogna pesarsi sempre a digiuno, dopo aver evacuato, al mattino, indossando soltanto la biancheria intima; è utile effettuare questa misurazione ogni volta alla stessa ora, in quanto il peso, durante la giornata, è esposto a delle oscillazioni dovute alla quantità di liquidi assunti o persi e alla ritenzione idrica.

Curiosità

Un recente studio di un’università spagnola ha dimostrato che un selfie a settimana aiuta a conservare la motivazione per dimagrire; sono state monitorate 271 persone che, ogni settimana, venivano pesate e alle quali erano rilevati: l’indice dalla massa corporea, il girovita e la circonferenza dei fianchi. Inoltre, per rendere visibili i progressi, di settimana in settimana, ciascuno di loro veniva fotografato a figura intera. Verificare sulle foto gli effetti reali della dieta ha motivato i pazienti a conseguire con successo il risultato finale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here