Guida e consigli per la scelta di un buon monopattino elettrico per adulti

0
17
monopattini per adulti

I primi monopattini risalgono all’inizio del 1900 ed erano progettati come mezzo di divertimento per bambini. Con il passare del tempo, fino ad arrivare ai giorni nostri, questo veicolo ha scalato le gerarchie per quanto riguarda i mezzi di trasporto piccoli, rapidi e versatili.

Perché scegliere un monopattino

Con l’avanzare della tecnologia, è stato brevettato il primo monopattino elettrico, attivando poi una reazione a catena fino ad arrivare al boom di vendite degli anni recenti. Questo veicolo a due ruote ha infatti numerosissimi vantaggi che lo portano ad essere scelto soprattutto per percorrere tratti corti in totale comodità e velocità. Essi sono totalmente ecologici e diminuiscono sensibilmente l’utilizzo di automobili e mezzi pubblici, riducendo conseguentemente l’emissioni di gas nell’aria che respiriamo. L’acquisto di un monopattino elettrico è particolarmente consigliato per percorrere strade ben asfaltate e non in pendenza. Sono disponibili, tuttavia, modelli per qualsiasi esigenza, compresa la possibilità di andare fuoristrada e percorrere strade non proprio uniformi. Sono perfetti per inserirsi nel traffico e non rimanere imbottigliati per minuti su minuti.

Come scegliere un monopattino per adulti

Di seguito vi mostriamo i consigli degli esperti di monopattinoelettrico.pro. I monopattini elettrici sono disponibili in tantissimi stili e modelli, tra cui per bambini ed adulti. I primi, generalmente, oltre ad essere più piccoli hanno anche delle limitazioni di autonomia e velocità. Essi percorrono infatti fino a 15km/h, differentemente da quelli per adulti che posso raggiungere una velocità fino ai 40km/h. Chiaramente, tenute in considerazione le differenze di dimensioni e potenza del motore, un monopattino per bambini sarà meno costoso.

monopattini con motore elettrico

Prima dell’acquisto del veicolo è bene analizzare le proprie necessità e porsi qualche domanda, affinché il modello scelto rientri nelle proprie esigenze. Le differenze principali tra i monopattini elettrici riguardano innanzitutto la presenza o meno di sedile, la possibilità di essere ripiegati e trasportati all’interno di autobus o essere riposti in armadi, lo spessore degli pneumatici, l’autonomia della batteria e la potenza del motore. Se si necessita di percorrere semplici e corti tragitti, si può circoscrivere la propria scelta entro i modelli con massimo 300w di potenza del motore. In caso di strade sterrate e percorsi non lineari, meglio scegliere potenze di motore oltre i 500w.

Di grande importanza è anche la qualità della batteria, che determina la quantità di chilometri che si possono percorrere prima di dover collegare il proprio veicolo ad una presa di corrente. Le batterie, a ioni di litio, di qualità più alta durano anche più di 2 anni e permettono un’autonomia di 35km percorsi. Anche il tempo di ricarica è un fattore da tenere in conto: meno è, meglio è. Da un punto di vista di comfort e sicurezza, i monopattini elettrici vanno scelti con una sospensione solida su entrambe le ruote. I freni sono disponibili in tre varietà: a disco, hub e drum.

E’ possibile che i freni si trovino esclusivamente nella ruota anteriore, o esclusivamente in quella posteriore. A volte, sono presenti in entrambe. Comprare un monopattino elettrico non significa solo avere a disposizione un mezzo di trasporto, ma fare un vero e proprio investimento a lungo termine. Spendendo da 300 a 800 euro, infatti, ci si garantisce un comodo veicolo a zero impatto ambientale e che ti risparmierà costi di benzina e biglietti di mezzi pubblici.

Sicurezza

Nonostante i monopattini elettrici siano un mezzo facilmente padroneggiabile, è bene tenere in mente determinati accorgimenti per la propria sicurezza. La velocità di spostamento non è di certo elevata come quella di un’automobile o di un motorino, però una caduta, anche a 30km/h, è molto pericolosa, per questo motivo è mandatorio l’utilizzo del casco.

E’ consigliatissimo, inoltre, acquistare un modello fornito di fari. Nelle città italiane, ancora molto indietro in fatto di ottimizzazione per mezzi non convenzionali, non esiste alcuna pista per i monopattini elettrici e spesso ci si ritroverà a guidare nel marciapiede. Per questo motivo è necessario mantenere una velocità moderata. Prima di tuffarsi nelle strade di città vere e proprie è obbligatorio esercitarsi in luoghi sicuri e poco affollati, per avere totale padronanza e guidare alla perfezione il veicolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here